E’ sempre indaffarato per lavoro, il difensore tutto di un pezzo Filippo Zumerle. Ha salutato una settimana fa il PescantinaSettimo dopo aver vinto l’anno scorso il campionato di Seconda categoria. Ora è il centrale dei gialloblu dell’Arbizzano.

<Ci sono momenti della tua carriera da calciatore che vuoi percorrere nuove strade. Sono stato bene a Pescantina ma mi ha attirato l’offerta del Arbizzano del presidente Ezio Ferrari che vuole togliersi delle belle soddisfazioni nello stesso girone dove milita il PescantinaSettimo.

Zumerle è un difensore di talento che sa dettare i ritmi in campo, chiudendo a doppia cerniera le maglie della difesa. Ha anche il vizio del gol con 10 reti segnate l’anno scorso con il Pescantina in 42 presenze tra campionato e Coppa.

<Quando più c’è ne bisogno, salgo e mi posiziono nell’aria di rigore avversaria. Come un gatto, fulmineo mi inserisco prendo il pallone e lo getto in rete a tutta forza. Spesso mi va bene altre volte meno. Ma di diverto un sacco vedere i visi esterefatti dei portieri avversari che raccolgono il pallone nella propria porta>.

E’ contento di quanto sta facendo il PescantinaSettimo e con gli occhi lucidi afferma:<Ho lasciato il Pescantina pensandoci a lungo ma era giusto così. Un gruppo di fantastici amici, una grandissima famiglia anche fuori dal terreno di gioco. Qui ho passato due anni bellissimi e mi sono tolto grandissime soddisfazioni. Si sa a volte il calcio è anche questo e cambi squadra. Desidero augurare alla società del presidente Lucio Alfuso il meglio, se lo merita, per gli sforzi fatti in questi anni. Dispone di un ottimo settore giovanile ed alla prima squadra non manca veramente nulla. Brillante il direttore sportivo Stefano Carigi. Mister Gianni Canovo è molto preparato e carismatico. Basta vedere l’attuale piazzamento capolista assoluta da matricola in Prima categoria>.

Adesso guardo al futuro con ottimismo, c’è la nuova partenza nelle file dell’Arbizzano.

<Ad Arbizzano sono appena arrivato. Due allenamenti ed una partita sono pochini, per capire. Ma ho trovato un gruppo di giovani in gamba. Motivati e di forte grinta. Tanta qualità al servizio della squadra ed una dirigenza compatta e solidissima>.

Pippo” getta uno sguardo all’andamento in campionato dell’Arbizzano: < Non credo che l’Arbizzano meriti l’attuale posizione in graduatoria. Deve avere maggiore continuità ed un pizzico di personalità in più. Il fratello di Canovo Massimiliano è un bravo tecnico e l’Arbizzano sta lavorando con intensità. C’è da crescere per aumentare il bagaglio di esperienza. Vediamo cosa ci aspetta nel girone di ritorno. Ora concentriamoci sul finire al meglio il nostro girone d’andata>.

Domenica prossima l’Arbizzano andrà a far visita del Quaderni. Una gara complicata come assicura Zumerle:< Il Quaderni sta bene ed è molto forte. Noi diremo la nostra senza paura. Possiamo farcela. Qui ho trovato una squadra davvero quadrata che non molla mai>.

Roberto Pintore