Non poteva chiedere di meglio la neo promossa PescantinaSettimo del presidente Lucio Alfuso. La compagine in riva all’Adige, dopo sei partite di campionato, ha collezionato dodici punti con cinque vittorie ed una sconfitta sul campo del Real GrezzanaLugo allenato da quel marpione per spessore tattico ed esperienza di Antonio Ferronato.

Guida i giochi, il Quaderni retto dalla presidentessa Sara Olivieri con in campo una rosa di giocatori del territorio circostante. Allenato con attenzione da mister Chieppe che proprio nel paese vicino a Villafranca, ha trovato la sua giusta consacrazione.

Domenica prossima trasferta non facile per i ragazzi di mister Gianni Canovo in casa del Real Lugagnano tra due squadre per la prima volta in questa stagione 2018-19, in Prima categoria.

Dice il capitano del Pescantina, Cristian Carigi:”Non è la solita frase fatta, ma il campionato è durissimo con tante battaglie domenicali. Il nostro obiettivo è quello si di crescere ma di arpionare il traguardo salvezza al più presto. Molti ci danno per favoriti ma non è così. Ci sono a mio parere formazioni più attrezzate della nostra. Abbiamo una rosa completa con giocatori di categoria. Ma carburare e trovare l’amalgama non è mai semplice. Restiamo con i piedi per terra, umili e senza scomporci. Sappiamo che i momenti difficili possono essere sempre dietro l’angolo. Non ci illudiamo che sarà sempre così. Si dovrà soffrire e capire veramente di che pasta saremo fatti. Le partite sono numerose”.

Dopo sei partite neanche a farlo apposta è proprio il PescantinaSettimo con 14 gol segnati il miglior attacco del girone A di Prima categoria davanti al Quaderni, con dietro il sorprendente Calmasino di Alberto Pizzini di Pescantina.

Miglior difesa è il Quaderni con soli due gol subiti, mentre il Pescantina è quart’ultimo con 9 gol.

La squadra non ha segreti a parere di Carigi. Compattezza sia in campo che nello spogliatoio regnano sovrani.

Siamo oltre che una bella squadra , un gruppo di amici che sono in sintonia e si divertono. Abbiamo la voglia di fare molto bene. Ma siamo sorretti da una società organizzata nei dettagli che sta costruendo grazie ad un valido settore giovanile con più di trecento iscritti un nuovo ciclo. Nessuno è fuori posto. Ma una macchina oleata che va come un diesel cercando di salire in fretta la ripida salita”.

Confermato dopo la bella cavalcata della stagione scorsa con il primo posto in Seconda, mister Gianni Canovo. Carigi usa poche ma parole chiare sull’allenatore: “Una persona che sa di calcio con esperienza e acume tecnico. Non parla mai inutilmente e ci ha responsabilizzato nei nostri ruoli in campo. E’ un ottimo motivatore e sono contento che ci alleni”.

Domenica prossima il Pescantina deve scavalcare un’altro muro quello retto dal Real Lugagnano. Carigi è concentratissimo.

Andremo a Lugagnano per mostrare i denti ed il nostro gioco a tutto campo. Loro sono una bella squadra che diverse volte ci ha messo in passato, in difficoltà. Noi abbiamo un trio d’attacco con Salvador, Bonetti e Bonato in grado di bucare con forza la loro porta. Vogliamo continuare a portare a casa importanti vittorie. Fanno morale e rafforzano il nostro essere”.

( Roberto Pintore)