Juniores Regionale A. Giornata 5

Nota tecnica, le due squadre viste ad Oppeano hanno giocato a viso aperto e questo merito dei due mister che cercavano entyrambi la vittoria. Nella strategia delle panchini si può dire che è stato pareggio ma nel confronto dei bombers, il PescantinaSettimo ne ha quattro mentre l’Oppeano uno solo, il solito Matteo Peroni che firma sempre il cartellino di presenza.

 

OPPEANO – PESCANTINA  SETTIMO (2-2) 2-3

OPPEANO: Caldonazzo, Franzoni ( 30′ st Scavazzini ), Biondaro, Lucato, Lonardi, Tirotta, Marcolongo (35′ st Huhu), Tisato, Barini, Peroni ( 10′ st Ennassiri ), Savoia (Patuzzo). A disposizione: Manara, Bissoli, Doro. Allenatore: FRANZONI

PESCANTINA  SETTIMO: Bozzini, Freddo,Veneri, Massocco, Gottardi (22′ st Avesani), Zandaval (8′ st Macchiella), Rebusti ( 7′ st Lunardi), Hyso ( 29′ st Muzza), Sospetti ( 27′ st Adade), Ouzdou, Bertucco. A disposizione, Spiazzi. Allenatore: PENNACCHIONI

Arbitro: Reggiani di Legnago
Reti: 1′ Sospetti (P.S.), 25′ Zandaval (P.S.), 35′ rig e 36′ Peroni  (O), 88′ Bertucco (P.S.)

 

Pescantina parte forte e nei primi 20 minuti è già sul 2 a 0: la prima rete è subito dopo il calcio d’inizio, il centrale difesa dell’ Oppeano sbaglia il passaggio ad un compagno, Riccardo Sospetti (nella foto di copertina di Michela Montresor)  come un falco si appropria della palla, punta la rete e con un rasoterra infila il portiere.
L’Oppeano sorpreso non riesce a riprendersi dal goal, il Pescantina arriva al secondo goal su un diagonale da destra di Said che taglia la difesa, un rimpallo favorevole al Pescantina e Zandaval insacca.
L’Oppeano a questo punto si sveglia e il Pescantina con presunzione perde la testa, o meglio si rilassa. La squadra di Franzoni comincia a macinare gioco e sugli esterni e costruisce il pareggio con Peroni ( il bomber della juniores regionale 2016-2017 non uno qualsiasi!),  prima con il rigore (netto) a discapito di Gottardi che si vede costretto a stendere la forte punta Oppeanese, poi dopo nemmeno 5 minuti lo stesso Matteo Peroni si infila tra i due centrali e batte l’incolpevole Bozzini.
Nel secondo tempo parte forte l’Oppeano ma Pennacchioni procede ai cambi che risultano determinanti grazie alla maggior freschezza messa in campo: il Pescantina riprende le redini del gioco e in un paio di occasioni arriva vicino al goal per poi concretizzarlo con la sciabolata di Muzza che serve una palla d’oro a Bertucco. Il possente bomber non si fa pregare  insaccando il definitivo tre a due.
Roberto Ceradini