Grande entusiasmo e soddisfazione in casa rossoblu. La nostra formazione allenata da mister Massimilano Nigro di terza categoria dell’Academy è stata ammessa nel prossimo campionato di Seconda categoria 2020-21.

Soddisfatto il presidente del PescantinaSettimo Lucio Alfuso:<

Diciamo che le soddisfazioni  in questo periodo sono molteplici. Dopo la promozione in Eccellenza della Prima Squadra che aveva dopo 22 partite mantenuto in solitario la vetta del campionato dall’inizio, sono arrivate altre bellissime notizie. Con la nostra sorellina Academy dobbiamo addirittura festeggiare l’ottenimento della Juniores Regionale ed il ripescaggio in Seconda Categoria della Seconda Squadra della nostra società.Tutto ciò e’ molto importante per la nostra crescita che è assolutamente voluta e cercata. Siamo una importante realtà Veneta e per certi aspetti siamo un punto di riferimento per chi come noi fa calcio passo dopo passo. Sono felice per i ragazzi della Academy. Non è facile vivere sempre all’ombra di una Prima Squadra che da tre anni a sta parte è sempre prima in classifica e spesso vince. Ogni sacrificio sembra essere sminuito dal fratello maggiore.  Invece non è così. Tutti nel Direttivo, a cominciare dal Presidente nominato Nicolò Rebonato aspettavamo con tanta ansia questa notizia. Adesso sarà più facile programmare anche la campagna acquisti che era partita come un azzardo ma che ora verrà completata con decisione.  Prima di tutto però dovremo , nel limite consentito Festeggiare !!
Credo che sia una soddisfazione per tutta Pescantina e visto che l’amministrazione comunale sta lavorando per farci un grosso regalo …….credo che che a Pescantina sarà una bellissima estate rossoblu>. Complimenti quindi a tutti i componenti della rosa dell’Academy partendo dallo staff tecnico di Nigro composto dal vice allenatore Mauro Ganassini, l’allenatore dei portieri Patrizio Signorini, il team manager Stefano Degani, il presidente Nicolò Rebonato, il vice presidente Gianluigi Perin, il segretario Ferdinando Filetti, i dirigenti accompagnatori Mario Bortoletto e Nicola Zandaval.