IL PESCANTINASETTIMO VINCE IL CAMPIONATO
( Nel girone A di Seconda categoria con dieci punti di vantaggio lascia al palo le coriacee avversarie del Pastrengo e Real Lugagnano mai dome)

Un ruggito incredibile, un campionato giocato quasi sempre in testa, con un gruppo di ragazzi di talento e dalle ottime potenzialità, il PescantinaSettimo vince il proprio girone A di seconda categoria con 4 gare d’anticipo e saluta la Seconda categoria, salendo in Prima. Signori e signore il PescantinaSettimo è tornato. Dopo dieci anni ritorna in Prima categoria lasciando ai blocchi con dieci punti di distacco un forte Pastrengo allenato con bravura da mister Paolo Brentegani e a più undici dal Real Lugagnano di mister Fabio Di Nicola. 64 punti in 26 gare disputate, 19 vittorie, 7 pareggi e udite udite 0 sconfitte la dicono lunga sulle qualità dei ragazzi di mister Gianni Canovo arrivato da queste parti, proprio quest’anno, dopo aver chiuso la sua esperienza al CastelnuovoSandrà del presidente Luca Sandri.
Contentissimo il presidente del PescantinaSettimo:<È una grossa soddisfazione aver riportato il Pescantina in Prima categoria. l’ultima volta mi è capitato come direttore sportivo, oggi che sono presidente le responsabilità sono maggiori ed anche le conseguenti soddisfazioni. È stato un bel campionato, il gruppo ha prevalso sul singolo ed i ragazzi hanno dato il massimo, cosi come tutto lo staff che ha reso possibile questo risultato.  Il cosí largo margine non deve far pensare che non ci fossero altre pretendenti, Pastrengo , R.Lugagnano e Malcesine credo possano ambire ad un salto di categoria nella lotteria dei Play off. Per quanto riguarda il Pescantina Settimo, il bello deve ancora cominciare....perchè la prima categoria non é un punto d’arrivo, magari adesso non è nemmeno un punto di partenza, ma è sicuramente una categoria sulla quale lavorare per costruire un futuro sportivo importante.  La vittoria del campionato è la vittoria di tutta la Società.  Alle spalle di questi successi c’è un direttivo, ci sono gli allenatori, i direttori sportivi, direttori tecnici , gli sponsor...ed oltre 300 bambini che amano i colori ROSSO BLU.  Un abbraccio ed un ringraziamento và a tutti i nostri tifosi, che ci hanno seguito con entusiasmo in tutto il campionato>.
Dello stesso parere il portierone Andrea Padovani, l’anima assieme al compagno di squadra Luca Ganassini difensore tutto di un pezzo, “da una vita” a Pescantina di questa brigata:< Sono stra felice, di avere riportato questa magnifica squadra in prima categoria. C’è lo siamo meritati. Una stagione bellissima che mi appartiene, per tutti i sacrifici fatti assieme ai miei compagni quest’anno e nelle stagioni passate. Porto dentro nel mio cuore, il Pescantina, il paese dove abito. Abbiamo fatto una bella impresa, mostrando le nostre velleità, partendo a buona velocità e finendo al meglio. Ragazzi, amici fuori e dentro il campo, innamorati dei colori del PescantinaSettimo. Andiamo fortissimo e non è finita. Ci daremo da fare il prossimo anno in prima categoria>.
Un attacco stellare, quasi un lusso per la categoria. Il migliore in assoluto con 68 micidiali reti fatte, lasciando al palo la coppia Sant’Anna D’Alfaedo e Pastrengo ferma dopo 27 partite. Ma anche la difesa del PescantinaSettimo è stata eccezionale con sole 24 reti subite.
I meriti in questo caso vanno davvero a tutti quanti. In primis alla società che negli ultimi anni sta lavorando benissimo. Una dirigenza compatta e con le idee chiare che vuole regalare enormi soddisfazioni alla tifoseria, che segue sempre in maniera appassionata le varie squadre che compongono il pianeta PescantinaSettimo. Capitanata dal presidente Lucio Alfuso attaccatissimo ai suoi ragazzi, sempre presente alle partite in compagnia del vice presidente Moreno Ronconi. Il magnifico direttore sportivo Stefano Carigi detto “Gil” che ha costruito una Ferrari nell’ambito della prima squadra. Andando a recuperare giocatori di spessore nella campagna acquisti sia estiva che invernale. Afferma il ds della prima squadra:< Un emozione incredibile aver vinto il campionato. Ma non ci fermiamo certamente qui, è l’inizio di un nuovo percorso ambizioso e mi fermo qui. Lasciatemi godere questo incredibile momento butei>. Un gruppo ben rodato che potrà andare forte con alcuni ritocchi anche in prima categoria, la prossima stagione. Riorganizzato alla perfezione il proprio settore giovanile con figure carismatiche come Roberto Ceradini ex Sona Mazza team manager, il dirigente Emanuele Begalli che cura assieme a Roberto Pintore, addetto stampa della società, il progetto legato ai media, il responsabile del settore giovanile Cristain Lugoboni, il responsabile attività di base Renato Tommasi e il ds delle giovanili Nicolò Rebonato ed allenatori di talento. La base per andare avanti, in grado di regalare ogni anno giocatori di valore pronti, per la prima squadra. Non da meno la guida tecnica della prima squadra. Il nuovo mister Gianni Canovo uomo di esperienza, carismatico e sempre con le parole giuste, è stato il capofila, aiutato dal vice allenatore Gianluca Bissoli che di calcio ne ha masticato tanto e dalla tempra eccezionale, l’allenatore dei portieri Matteo Zambelli che ha caricato al meglio con le due doti da portierone il reparto portieri della squadra e il sempre presente magazziniere, Andrea Cavattoni ed il direttore tecnico vincente, visto le tante promozioni alle spalle, Roberto Pizzini. Poi la rosa della prima squadra nessuno escluso. Il numero uno Andrea Donatoni che ha chiuso a doppia mandata la propria porta, il reparto difensivo di classe e di quantità, il centrocampista con il trio di moschettieri Carigi-Gottoli e Boscaini e l’attacco con le puntate a rete dei vari Bonetti, Allegrini, Bonato e Brunelli. Ricordiamo che il puntero Stefano Bonato in 26 sfide ha segnato 19 goal e si sta battendo con il rivale Pesic del Pastrengo per provare a vincere la classifica cannonieri del girone di Seconda categoria.
Dice Stefano Bonato da noi avvicinato, durante la festa serale tenuta al bar Mixup di Pescantina, dopo la vittoria del pomeriggio per 5 reti a 3 contro il Sant’Anna D’Alfaedo di mister Francesco Corazzoli, figlio di Armando che sta guidando in Prima categoria l’Olimpica Dossobuono.
.
Gli fa eco il centrocampista dai piedi vellutati , Cristian Carigi figlio del Gil:< Ci mancano 4 partite compreso il recupero contro il Real Lugagnano di mercoledi’18 aprile alle ore 20,30 in casa loro. Le vogliamo vincerle tutte lo assicuro, portandoci a casa il record di nessun partita persa, in campionato. A Pescantina non si molla mai. Abbiamo portato a casa un grandissimo sogno>.

( Roberto Pintore)

LO STAFF DIRIGENZIALE DEL PESCANTINASETTIMO
Lucio Alfuso presidente, Moreno Ronconi vice presidente, Stefano Carigi direttore sportivo.

LO STAFF TECNICO
Gianni Canovo Allenatore
Gianluca Bissoli Vice allenatore
Matteo Zambelli Allenatore dei portieri
Andrea Cavattoni Magazziniere

LA ROSA DELLA PRIMA SQUADRA
Andrea Padovani, Dario Petrin, Luca Ganassini, Riccardo Ghirotto, Lorenzo Ganassin, Leonardo Poli, Andrea Zampieri, Matteo Zampini, Filippo Zumerle, Giovanni Boscaini, Nicola Gottoli, Simone Caprini, Cristian Carigi, Michele Conti, Federico Marconi, Mattia Paiola, Davide Zago, Matteo Allegrini, Stefano Bonato, Marco De Luca, Simone Bonetti, Matteo Brunelli, Giacomo Zumerle.