MISSIONE COMPIUTA ARRIVATO A PESCANTINA PER SALIRE DI CATEGORIA, IL BRASILIANO FELISBINO CON I SUOI GOL HA PORTATO IN PROMOZIONE LA COMPAGINE DEL PRESIDENTE LUCIO ALFUSO.

(Farà il professionista nel Metropolitano di Nova Veneza in serie D in Brasile. Lascia un gruppo di amici a Pescantina e la Pearà conosciuta grazie al capitano Cristian Carigi del PescantinaSettimo)

Missione compiuta: arrivato a Verona quasi in punta di piedi alla ricerca di un lavoro con la forte passione per il calcio tre anni fa, il brasiliano classe 1990 Mauricio Felisbino Salvador ha colto nel segno. Con i suoi 13 gol in campionato e 4 in Coppa ha portato il suo PescantinaSettimo dalla Prima categoria fino in Promozione quest’anno lasciando al palo con cinque turni d’anticipo formazioni agguerrite come Quaderni, Olimpica Dossobuono e Concordia con ben 16 punti di distacco.

<Lascio Verona con il magone, confessa Felisbino. Mi sono innamorato dei voi veronesi e delle vostre tradizioni. Ho mangiato un mare di volta il vostro piatto tipico “La Pearà”. Me l’ha fatta assaggiare per la prima volta il capitano del PescantinaSettimo Cristian Carigi. Da allora è diventato il mio piatto preferito in assoluto>. Ricorda con gli occhi umidi quando per la prima volta è stato tesserato per il Pescantina: Sono arrivato in questa meravigliosa ed organizzata società l’anno scorso dopo la mia esperienza al Borgo Trento in Terza categoria. Mi hanno accolto come un figlio l’assistente all’arbitro Ferdinando Filetti che mi veniva a prendere con il pulmino per portare al campo per fare gli allenamenti, il preparatore dei portieri, il preparatore dei portieri Matteo Zambelli che mi ha regalato tanti consigli utili con le nostre interminabili sfide a “Capocabana” un misto di calcio e tennis, il ds Stefano Carigi papà di Cristian ed il presidente e vice della società Lucio Alfuso e Moreno Ronconi. Tutte persone splendide che mi hanno fatto sentire come a casa. Li porterò sempre nel cuore>. Estroso e gioviale nel carattere nonché bravissimo nelle giocate in attacco con la sua velocità sopraffina, Felisbino si è dato da fare alla sua maniera segnando in contropiede, di testa o con micidiali ed improvvise spizzate tanti gol importanti per il cammino del PescantinaSettimo in vetta alla classifica. Adesso ritornerà in Brasile nel Metropolitano per fare il professionista in serie D.

<Possiede doti da giocatore di categoria superiore si pronuncia il mister della prima squadra Gianni Canovo che festeggia quest’anno 5 promozioni, sul talentuoso brasiliano. Temperamento da vendere e fuochi d’artificio in attacco come piace a me”.

Gli fa eco il presidente Lucio Alfuso:<Felisbino come concordato con la società rientra in Brasile. Ci ha regalato con le sue prestazioni grandi emozioni. Una bella favola la sua a lieto fine. Desidero ringraziarlo per il suo attaccamento ai nostri colori sociali assieme ai suoi compagni di squadra. Mi auguro che Mauricio porti a casa il bene e l’affetto che tutto l’ambiente gli ha dimostrato e che abbia un po’ di saudade quella di Pescantina>.

Chiude Felisbino:<Il calcio dei dilettanti veronesi è molto testo ma io da seconda punta mi sono subito trovato benissimo. Ora voglia infiammare la mia nuova squadra il Metropolitano di Nova Veneza, grazie Verona sei la mia città preferita!>.

( Roberto Pintore)