Lettera di un Presidente …..ad una grande persona di sport :
. Sono queste le belle parole pronunciate dal primo dirigente dell’Asd PescantinaSettimo dopo che il direttore tecnico Roberto Pizzini ha salutato la società di Pescantina per percorrere nuovi lidi.
Pizzini vanta una numerosa esperienza nel mondo dei nostri dilettanti veronesi. Ha fatto di tutto . Innamorato del gioco del calcio, fin da bambino con la sua famiglia ed i fratelli, non vedeva l’ora di scendere con le sue braghette corte, in cortile o nei campi in erba vicini, alla sua abitazione a rincorrere un pallone. Ben presto entro nel Team San Lorenzo e poi nel Pescantina dove disputò una buona dose di partite dimostrando sortite in area di rigore, da giocatore navigato.
Una volta, appese le scarpette al chiodo, iniziò con bravura la carriera di allenatore vincendo diversi campionati. Sono 20 le promozioni conquistate da Pizzini, contando su un nutrito numero di giocatori di valore che gli hanno voluto per le sue doti umane e tecniche, molto bene.
Di grande lustro le sue stagioni al Pescantina dell’era Pasquali. Qui ha ricoperto il ruolo di direttore sportivo, con il nostro direttore Andrea Nocini, attento addetto stampa durante i campionati di Eccellenza e Interregionale.
Una volta Pasquali andato a gestire il Mantova, Pizzini è diventato presidente nei dilettanti.
. A lui, alla società ed all’amministrazione comunale di Pescantina, il merito di aver intitolato un mese fa il campo amico di via Monti Lessini alla figura dell’ex bomber del Torino nel dopoguerra in serie A, Galdino Pinarolli che visse per molto tempo a Pescantina. Oggi riposa nel cimitero del paese.
Cosa farà in futuro l’anno prossimo, Roberto Pizzini, non è dato sapersi. Sappiamo che gli sono arrivate nuove offerte importanti. Solo lui ci dirà dove andrà. Noi siamo in trepidante attesa:

Roberto Pintore