E’ orgoglioso di indossare la casacca quest’anno del PescantinaSettimo in seconda categoria. Domenica da incorniciare per il bomber Simone Bonetti classe 1985, quella di domenica scorsa. Ha rifilato, al malcapitato San Marco fanalino di coda con un punticino, del girone una fantastica tripletta, regalando e regalandosi emozioni a ripetizione.

Gentile e cordiale come sempre, Bonetti spiega:” Una gara contro il San Marco che era partita in svantaggio ed in salita, ma ho visto dopo il goal, il vero spirito che si respira quest’anno. Carattere e dosi a valanga di grinta. In fretta abbiamo risalito la corrente e rifilato ai nostri avversari sei goal. Una buona prestazione che ci fa ben sperare, per il proseguo del nostro campionato”.

Un raggruppamento quello con la lettera “A”, che vede in testa dopo 5 giornate non a punteggio pieno, l’ambizioso Real Lugagnano con 13 punti in tasca, 4 vittorie, zero sconfitte ed un pareggio. Inseguono il BureCorrubbio del nuovo mister Raffaele Pachera con due lunghezze di differenza e la coppia momentaneamente ferma a 10 punti, costituita da Lazise e Sant’Anna D’Alfaedo.

“Squadre che hanno gonfiato il petto, e dimostrano come è giusto che ci credono. Abbiamo incontrato e battuto solo ai rigori il Real Lugagnano in Coppa. Una squadra tosta in tutti i reparti, con le due punte Rognini e Bertoletti, di categoria superiore. Noi abbiamo sofferto contro di loro, commettendo forse qualche errore, ma alla fine li abbiamo battuti e siamo approdati, al prossimo turno del Trofeo Veneto di categoria”.

Le sue giornate lavorative sono intense, quando la sera torna a casa ad abbracciare la moglie ed il figlio, è l’uomo più felice del mondo.

Il calcio gli è entrato dentro, è una passione che dura da tempo.

“Senza calcio non potrei andare avanti-ride divertito. Mi sono sempre trovato bene, dove sono andato. Ho conosciuto mister e compagni, che sempre mi hanno dato molto. Ho diversi amici in questo pianeta-dilettanti. Con la sete personale di vincere le partite”.

Dopo aver liquidato il San Marco, il PescantinaSettimo sta lavorando intensamente per preparare al meglio, la prossimo trasferta in Lessinia a Corbiolo.

“Una gara a mio parere insidiosa. Loro hanno voglia di vincere e di riscatto, sopratutto la da loro. Non ancora vinto in questo campionato. Hanno due punti con due pareggi alle spalle. Non sarà facile uscire indenni dalla loro tana. Noi daremo il massimo. Non faremo senza dubbio, le barricate e c’è la metteremo tutta. Vogliamo altri tre punti, animando la classifica”.

In alto il turno di domenica prossima prevede la sfida tra Real Lugagnano contro i falchi della Lessinia, del Sant’Anna D’Alfaedo. Bonetti non vuole fare previsioni.

“Una partita da tripla, ragazzi. Sono due compagini che hanno una buona intelaiatura di base e giocatori di categoria. Stanno in alto, in classifica. Ma attenzione, il campionato è ancora lungo”.

“Noi vogliamo fare più punti possibili, non lo nascondiamo, tra i giocatori. L’appetito c’è sempre. Ma andiamo avanti, alzando il muro, mattone dopo mattone”. Come dargli torto, i prossimi punti, passeranno dalla gara di domenica prossima a Corbiolo. Il PescantinaSettimo grida presente, la coppia di allenatori Canovo-”Bisso” Bissoli è concentratissima.

 

( Roberto Pintore)