( Superano con merito gli ottavi di Coppa, e guardano con fiducia al loro campionato)
Contro un Atletico Vigasio quadrato ed in formazione rimaneggiata senza le punte di ruolo, il PescantinaSettimo di mister Gianni Canovo supera con merito il turno degli ottavi ed accede ai quarti di finale, in programma il prossimo 31 gennaio sempre in notturna in gara unica.
L’altra veronese in lizza, in seconda categoria è l’Audace di mister Meneghetti che ha avuto ragione in casa del Colognola ai Colli con quattro goal di sua maestà Cacciatori. Due vittorie pregevoli e di ritmo che testimoniano la forza delle due compagini di seconda.
E’ proprio il caso di dirlo, va avanti chi sta dimostrando che in campionato ha tutte le carte in regola per mantenere il primato, Non a caso nel girone A e nel girone B di seconda categoria sono proprio il PescantinaSettima del presidente Lucio Alfuso e l’Audace del pres Purgato in questo momento al comando della classifica.
Ritornando alla prestazione del PescantinaSettimo, la gara è stata giocata su un terreno, quello di Trevenzuolo, reso scivoloso dalla pioggia, entrame le squadre potevano vincere con diverse occasioni fallite per parte. Ma è stato più cinico il PescantinaSettima che a quasi metà prima tempo, grazie a bomber Stefano Bonato, a messo a sedere il portiere di casa dell’Atletico Vigasio. Una magica serata per i colori di Pescantina che nella ripresa hanno controllato con attenzione la pronta reazione della squadra del presidente Pozza, il portiere Petrin per ben due volte si è superato, negando la gioia del goal. Alla fine il PescantinaSettimo ne è uscito vincitore.
Momenti di felicità negli spogliatoi al termine della partita, da parte del PescantinaSettimo. Visi amareggiati da parte dell’Atletico Vigasio.
Dice il veterano in difesa Mattia Paiola:< Una gara ostica per tutte e due le squadre in campo. Conoscevamo la pericolosità dell’Atletico, una squadra molto tosta,che sta facendo, nel rispettivo girone benissimo, dietro alla capolista Sanguinetto Venera. Ci hanno dato molto filo da torcere, abbiamo sofferto, ma abbiamo tenuto, adesso festeggiamo. La società ci teneva a passare il turno, noi giocatori pure. Ma adesso è già ora di pensare al prossimo impegno in campionato. Palla lunga e pedalare. Incontreremo il Valdadige una squadra aggressiva e coesa. Andiamo avanti un passo alla volta e rimaniamo sul pezzo, senza pause e cali di continuità>. Il campionato è lungo, gli avversari sono di spessore e sicuramente daranno battaglia sino alla fine, infatti Il Pastrengo, il Lazise ed il Rela Lugagnano sono tre formazioni forti anch’esse attrezzate per la vittoria del campionato.

(Roberto Pintore)